gommone-gorgona.png

La pesca sportiva subacquea è consentita:

a) a distanza superiore a metri 500 da spiagge frequentate da bagnanti e le medesime non possono essere attraversate con fucile carico;

b) a distanza di metri 100 da reti da posta di professionisti e dalle navi ancorate fuori dai porti; la pesca è vietata in zone di mare con transito di navi e negli ancoraggi;

c) dal sorgere al tramonto del sole;

d) senza ausilio di apparecchi ausiliari di respirazione;

e) col fucile subacqueo la pesca è consentita in apnea ai maggiori di anni 16; è consentita una torcia, mentre è vietata la fonte luminosa per richiamare il pesce;

f) lo sportivo subacqueo può raccogliere pesci e molluschi cefalopodi (polpi, seppie, calamari e altri) per complessivi 5 kg. A meno di un pesce di maggior peso, non può raccogliere crostacei, coralli, molluschi bivalvi e gasteropodi, non può catturare giornalmente più di una Cernia a qualsiasi specie appartenga;

g) il subacqueo in immersione è obbligato a segnalarsi con galleggiante munito di bandiera rossa con diagonale bianca visibile a metri 300, ma se c’è il mezzo nautico, la bandiera va messa a bordo e il sub, in questo caso, deve spostarsi entro un raggio di m 50; se c’è mezzo nautico di appoggio è consentito avere a bordo, oltre al fucile sub, anche apparecchi di respirazione con bombola di massimo 10 litri per i casi di emergenza con obbligo di persona pronta a intervenire.